Il biologico e il Bt

Bt sta per Bacillus thuringiensis, un batterio che produce una tossina letale per molte famiglie di insetti che attaccano le piante e che possono produrre gravi danni alle colture (cotone, mais) dapprima importanti a livello agricolo ma poi anche rilevanti a livello salutistico per il consumatore. Il mondo del biologico e del finto ambientalismo si oppone al mais Bt che contiene all’interno del suo DNA il gene che codifica per la produzione della tossina Bt letale per tanti insetti. Questo mais risulta molto vantaggioso perché non viene attaccato dai parassiti e rimane intatto e sano alla raccolta e dopo. Perchè tanta opposizione se anche il mondo del biologico usa il batterio Bt per contrastare gli insetti che colpiscono le colture. Su alcune coltivazioni il metodo biologico non è possibile ed è bene ricordare che se vengono ammesse soltanto sostanze quali lo zolfo, il rame e poche altre spesso si ricorre a trattamenti non dichiarati per salvare il salvabile all’ultimo momento. E’ bene ricordare che il biologico è una certificazione fatta da un ente che è pagato dalla stessa organizzazione che deve essere certificata ! E’ quindi ovvio che si devono certificare pressoché tutti coloro lo desiderino, dal momento che il denaro arriva dal richiedente.

Agricoltura-biologica-607x480.jpg

Il biologico e il Btultima modifica: 2013-04-15T20:59:00+02:00da ogmenergia
Reposta per primo quest’articolo